RejsRejsRejs » Destinazioni » Africa » Tanzania » Tanzania: Un viaggio con stupidi animali da safari nei parchi nazionali
Tanzania

Tanzania: Un viaggio con stupidi animali da safari nei parchi nazionali

Tanzania
Unisciti a noi in un'avventura indimenticabile in Tanzania.
striscione in resina

Tanzania: Un viaggio con stupidi animali da safari nei parchi nazionali è scritto da Giacobbe Gowland Jørgensen.

bandiera dell'UE
Safari - Tanzania - elefanti - viaggio

Il viaggio in Tanzania - un'esperienza indimenticabile

Ci sediamo e mangiamo a un tavolo da campeggio, mentre il nostro ometto tutto in uno ci dice che baobab significa "albero capovolto", perché sembra innegabilmente che qualcuno lo abbia conficcato sottosopra nel terreno quando era un albero bambino. In cambio, l'albero può contenere oltre 100.000 litri d'acqua nel suo rumine gonfio, l'albero scricchiola un po 'e ci dà il benvenuto.

Dietro di loro passano le zebre e un'orgogliosa madre babbuino mostra il suo piccolo bambino, e noi ci sediamo in mezzo alla savana e pensiamo che ora Knuthenborg possa tornare a casa. Ecco un piccolo resoconto della più grande esperienza di fauna selvatica che ho avuto nella mia vita: un safari nel nord della Tanzania. Tante sono state le esperienze organizzate, ma ancora più indimenticabili le sorprese del tipo a quattro zampe.

Dopo essersi imbattuti accidentalmente in animali stupidi in un fantastico viaggio verso Nuova Zelanda Dovevo ammettere che incontrare animali selvatici dà solo quelle fantastiche esperienze di viaggio che si ricordano anno dopo anno. Di più vogliono di più, quindi ora i pinguini e gli elefanti marini non erano abbastanza, e la scelta è caduta su un viaggio a Africa, dove Ghana e il Kenya è diventato il riscaldamento per un viaggio in Tanzania.

I safari al Parco nazionale del cratere di Ngorongoro e al Serengeti in Tanzania sono in cima alla lista delle mie 20 più grandi esperienze di viaggio perché tutto è andato su in un'unità superiore. Tonnellate di animali tropicali, persone amichevoli e interessanti, una natura che toglie il fiato e, non ultimo, è tutto facilmente accessibile.

Quindi dovevi mettere 570 dollari USA per cinque giorni, ma poi è stato servito anche tutto secondo i tuoi desideri. Anche se era l'esperienza selvaggia che stavamo cercando, uno era cullato da una tale sensazione di sicurezza a Knuthenborg perché era tutto così organizzato e c'erano così tanti fornitori che gridavano costantemente per uno: "Jambo, amico mio, sei un safari? "

In questo viaggio si sono messe in fila piccole e grandi sorprese, e quanto è stato bello avere la conferma che la cosa affascinante del viaggiare è stupirsi. Che la cosa più bella spesso è qualcosa di completamente diverso da quello che pensavi da casa, e che devi quindi ricordarti di non pianificare tutto da casa.

Ricordati di dare tempo, dare spazio e lasciarti sorprendere.

Tanzania, babbuini, viaggi, i parchi nazionali della Tanzania

Durante il safari visita al babbuino nel baobab

Il nostro esperto autista di safari, guida, cuoco e altro ancora si ferma proprio accanto a un baobab alto 20 metri dove i babbuini giocano e urlano. Abbiamo percorso solo un breve tratto nella savana e quindi diventiamo un po' sfacciati quando dice che è lì che passeremo la notte, e lì si trova il bagno, e indica una tettoia di cemento aperta.

Se fossi un animale spaventoso e affamato, vivrei sicuramente lì, mormoro, mentre le ragazze del piccolo gruppo di turisti esplorano invano il recinto.

Io e il mio compagno di viaggio ci siamo imbattuti in due svizzeri ad Arusha e, anche se dicevano di sentirsi più sicuri su una montagna – come a casa – li avevamo portati con noi in questo viaggio in modo da poter condividere un fuoristrada.

La notte è completamente calma e sorprendentemente ci addormentiamo senza pensare troppo a quanto sottile sia la parete della tenda rispetto a una serie di artigli di predatori alla ricerca di un pezzo di carne allevata danese.

Hotel Skt. Anna stendardo
Tanzania - elefanti - viaggi, i parchi nazionali della tanzania

Animali fantastici da vicino in Tanzania

È mattina e stiamo scendendo una lunga collina per fare un safari, ma ci fermiamo di colpo perché evidentemente abbiamo incontrato una femmina di elefante nel momento sbagliato del suo ciclo. Praticamente galoppa avanti e indietro e tromba tanto da far invidia alle guardie delle ragazze Næstved.

Una troupe cinematografica tedesca li sorpassa e cerca di sgattaiolare intorno, ma non vanno lontano e vengono respinti da un paio di orecchie a sventola e da una serie di piccoli occhi sbarrati.

Ci sono molti elefanti nella zona che arrancano bonariamente attraverso la natura selvaggia, e noi seguiamo loro e le giraffe, gli uccelli e le zebre per un po 'prima che il grosso elefante si arrenda e salti via. Il fascino non finirà mai e, a parte l'eterna pressione sulla fotocamera, non senti altro che gli animali.

Facciamo una sosta guidando presso un piccolo fiume, dove tutto respira pace e idillio, finché all'improvviso appaiono una coppia di ippopotami ben cresciuti, che sbuffano e cagano, giocando uno a uno nell'acqua. La nostra guida ci dice che le loro mascelle possono aprirsi fino a 150 gradi, quando uno di loro improvvisamente ci guarda e si apre su un paese di carne svolazzante e zanne molto lunghe.

Ora capiamo perché l'ippopotamo è l'animale più pericoloso dell'Africa e perché Dolph doveva essere un ippopotamo.

Sono brutti, puzzolenti, pericolosi e sovrappeso, a loro piace spruzzare la loro merda con la coda, e poi sono completamente e totalmente indifferenti alla nostra presenza. Siamo completamente venduti e l'ippopotamo diventa il nostro compagno di viaggio, che più e più volte fa scappare l'entusiasmo con noi, lodando le sue forme a gradini e la perfetta capacità di essere se stesso.

Banner per crociere Princess

Il tasso del miele selvatico - il temuto animale da safari

Dopo una buona colazione all'aria aperta in un altro campeggio semi-casuale, ci dirigiamo verso uno dei parchi nazionali della Tanzania. Entriamo nel Parco Nazionale del Serengeti e vediamo la pianura piatta ed enorme rivelarsi. Sappiamo tutti che è qui che vengono registrati molti dei programmi sugli animali e in breve tempo sappiamo anche perché.

A cinque metri dalla strada giace un ghepardo con una vittima uccisa di recente e la festa è cruenta e intensa. Ci sono iene che sguazzano nelle pozzanghere, gazzelle, zebre, gnu e avvoltoi in cerchio che atterrano tra i caratteristici alberi della savana: l'acacia dalla chioma piatta.

Ovunque c'è uno spettacolo per tutti i soldi e gli animali, gli animali, gli animali.

La guida dice che l'unico animale che attacca davvero i veicoli del safari è un piccolo diavolo dai denti aguzzi chiamato tasso del miele, che affronta senza paura la lotta con le gomme da fuoristrada e che altrimenti si diverte a mangiare gli alveari. Può anche intraprendere la lotta contro i predatori, che di solito perdono quella battaglia.

Ci è stato detto che anche se c'è un po' di un criceto troppo cresciuto su di esso, devi solo scivolare via rapidamente. Quindi facciamo come ci mostra la foto di un tasso del miele che attacca.

Un'esperienza curiosa: i misteri del tasso di roccia

Vediamo il nostro lodge apparire su alcune rocce e aspettiamo un bagno e un vero letto, anche se ci stiamo abituando alle piccole tende con il miglior comfort che ho provato in una tenda.

La mattina dopo percorriamo le passerelle di legno attorno al lodge e lì, a soli 30 cm dai miei piedi, giace un'intera striscia di criceti troppo cresciuti, che fortunatamente risulta non essere la famiglia del tasso del miele, ma un famiglia dei tassi di roccia, che tenta il trucco dello struzzo: "Non siamo qui, non siamo qui".

La nostra guida ci dice insistentemente che il piccolo peloso è ovviamente imparentato con l'elefante - e può arrampicarsi...

Tutta quella diversità offre intrattenimento per molte ore, con molte relazioni fantasiose messe alla prova dalla nostra guida, ma nega che il babbuino sia imparentato con la zebra, anche se suona logico come l'elefante-tasso di roccia. E chi avrebbe mai pensato che la più grande esperienza in un lodge nel Serengeti, in Tanzania, fosse stata un cugino così piccolo e la sua dolce famiglia?

  • Cicogna marabù
  • Elefante - Animali in Africa - safari - viaggi

Air Tanzania a Ngorongoro

Abbiamo impostato la rotta per un altro dei parchi nazionali della Tanzania. Guidiamo in salita e vediamo che qualcosa di grande è alla nostra destra, che si dispiega davvero quando atterriamo nel campeggio più organizzato del tour che si affaccia sul presunto cratere vulcanico più grande del pianeta: il Parco Nazionale di Ngorongoro in Tanzania.

Forma un anfiteatro naturale di oltre 260 km2, che è surreale e bello. Il cratere contiene anche il maggior numero di grandi animali selvatici per metro quadrato in Africa.

I linguisti stanno discutendo sul motivo per cui si chiama Ngorongoro, perché può significare un luogo freddo, un luogo montuoso e un grande buco, ma si adatta a tutto, ea un'altitudine di 2200 metri sarà il momento clou sia fisico che esperienziale del viaggio . Ci sediamo e chiacchieriamo mentre la cena cuoce a fuoco lento.

Senza preavviso, una materia simile a una cicogna atterra un po 'più lontano - è probabilmente alta 1,5 metri, ha un'apertura alare di diversi metri e ci guarda pacificamente dalle sue gambe sottili e bianche, mentre corregge il suo piumaggio bluastro. Lo ribattezziamo flusso in Air Tanzania e lo guardiamo con ammirazione mentre vola sopra il cratere.

Un uomo grida: "Pace, pace", e un elefante maschio attraversa tranquillamente l'accampamento e mangia un po' dagli alberi. Vive qui, penso, quindi perché non dovrebbe semplicemente fare la sua passeggiata serale? Ma è abbastanza grande, come un elefante senza guinzaglio o addestratore di elefanti.

Scompare di nuovo, con la stessa rapidità con cui è apparso, e ci confermiamo l'un l'altro, con sorrisi sciocchi sulle labbra, che l'odore era abbastanza buono - c'era un bel elefante proprio qui in mezzo a tutto questo qualche tempo fa.

"Hakuna matata", dice allegramente la nostra guida altrimenti discreta, che significa "nessuna preoccupazione" nella lingua artistica sciocca ma divertente Swahili. Deve essere stato un astuto colono a inventarlo, credo. Ed è proprio così, probabilmente un tedesco, con l'obiettivo di poter comunicare con tutte le tribù.

Pensa a chiamare "tempo" un animale lento come l'elefante. Deve essersi imbattuto in elefanti come quello che avevamo incontrato qualche giorno prima.

Cala la notte e dobbiamo dormire, ma anche se non sono mai stato più vicino all'equatore, ed è persino luglio, fa davvero freddo qui - intorno agli 8 gradi. Con tutti i nostri vestiti addosso, sentiamo i facoceri che grugniscono fuori mentre ci congeliamo come piccoli pinguini con l'olio sulle loro piume.

Il giorno successivo andiamo in giro con un ranger armato e incontriamo un simpatico masai che ha anche la sua lancia con sé quando va in bicicletta. Vediamo l'abbondanza di fauna selvatica del cratere e la bella Rift Valley, che è il punto di partenza dell'umanità. Siamo pieni fino all'orlo di tutte le esperienze e salutiamo la guida e gli svizzeri, che hanno già promesso che ci mostreranno le loro montagne la prossima volta che faremo una vacanza.

Ma di più vogliono di più, quindi ora sto riflettendo su come introdurre un safari nell'Africa centrale o meridionale nel programma di viaggio. Probabilmente un giorno ci riuscirà - altrimenti sarò prima molto sorpreso - e fino ad allora dovremo andare a Lolland e fare un safari nell'accogliente Knuthenborg.

Africa, Tanzania, Safari, Zebra, Viaggi, Parchi nazionali della Tanzania

Il viaggio in Tanzania - scendi facilmente

Ci sono un certo numero di agenzie di viaggio danesi che offrono viaggi safari che includono i parchi nazionali della Tanzania.

Si consiglia di volare direttamente nei vicini aeroporti di Arusha o Kilimanjaro. Altrimenti il ​​grande aeroporto più vicino non è la capitale della Tanzania, Dar es Salaam, ma piuttosto Nairobi i Kenia.

Tuttavia Nairobi non è la città più piacevole del mondo, quindi se potete evitarla ve la consigliamo. Oppure, in alternativa, atterrare presto e attraversare il vicino confine lo stesso giorno. Da Arusha e Kilimanjaro puoi volare direttamente a Zanzibar.

Strade per la Tanzania sono tante, ma qualunque sia la tua scelta, ci sono tantissime esperienze che ti aspettano dentro e fuori i parchi nazionali.

Bel viaggio!

Ecco 7 fantastiche esperienze in Tanzania

  • Parco Nazionale del Serengeti
  • Kilimanjaro
  • Zanzibar
  • Cratere di Ngorongoro
  • I villaggi Masai
  • Gola di Olduvai
  • Parco Nazionale del Tarangire

Lo sapevi: ecco le 7 migliori città del cibo al mondo secondo i milioni di utenti di Tripadvisor

7: Barcellona in Spagna
6: Nuova Delhi in India
Ottieni subito i numeri da 1 a 5 iscrivendoti alla newsletter e guarda nell'e-mail di benvenuto:

La newsletter viene inviata più volte al mese. Vedi il nostro politica sui dati qui.

Potrebbero esserci collegamenti a partner commerciali in questo articolo: puoi vedere come va qui Hotel Skt. Anna stendardo

Circa l'autore

Giacobbe Jørgensen, editore

Jacob è un allegro fanatico dei viaggi che ha viaggiato in più di 100 paesi dal Ruanda e Romania a Samoa e Samsø.

Jacob è membro del De Berejstes Klub, di cui è membro del consiglio da cinque anni, e ha una vasta esperienza nel mondo dei viaggi come docente, redattore di riviste, consulente, scrittore e fotografo. E, naturalmente, la cosa più importante: come viaggiatore. A Jacob piacciono sia i viaggi tradizionali, come una vacanza in macchina in Norvegia, una crociera nei Caraibi e un soggiorno a Vilnius, sia i viaggi più fuori dagli schemi, come un viaggio in solitaria sugli altopiani dell'Etiopia, un road trip in parchi nazionali sconosciuti in Argentina e un viaggio di amici in Iran.

Jacob è un esperto di paesi in Argentina, dove è stato 10 volte finora. Ha trascorso quasi un anno in totale viaggiando attraverso le numerose e diverse province, dalla terra dei pinguini nel sud ai deserti, montagne e cascate nel nord, e ha anche vissuto a Buenos Aires per alcuni mesi. Inoltre, ha una conoscenza speciale dei viaggi di luoghi così diversi come l'Africa orientale, Malta e i paesi intorno all'Argentina.

Oltre a viaggiare, Jacob è un onorevole giocatore di badminton, fan del Malbec e sempre pronto per un gioco da tavolo. Jacob ha anche avuto una carriera nel settore delle comunicazioni per diversi anni, più recentemente con il titolo di Communication Lead in una delle più grandi aziende danesi, e ha anche lavorato per diversi anni con il settore dei meeting danese e internazionale come consulente, ad es. per VisitDenmark e Meeting Professionals International (MPI). Oggi Jacob è anche docente senior presso la CBS.

Aggiungi un commento

Commenta qui

Notiziario

La newsletter viene inviata più volte al mese. Vedi il nostro politica sui dati qui.

Ispirazione

Offerte di viaggio

Facebook copertina foto offerte di viaggio viaggi

Ottieni i migliori consigli di viaggio qui

La newsletter viene inviata più volte al mese. Vedi il nostro politica sui dati qui.