RejsRejsRejs » Il commento di viaggio » Incontra il mondo con i tuoi figli: allontanati dalla vita di tutti i giorni e avvicinati gli uni agli altri
Il commento di viaggio

Incontra il mondo con i tuoi figli: allontanati dalla vita di tutti i giorni e avvicinati gli uni agli altri

Incontra il mondo con i tuoi figli, libro, copertina, estratti - viaggi
Recensione libro: Incontra il mondo con i tuoi figli è un libro che accende davvero la voglia di viaggiare e dà il coraggio di portare i bambini nel mondo.
striscione in resina

Incontra il mondo con i tuoi figli: allontanati dalla vita di tutti i giorni e avvicinati gli uni agli altri è recensito da Michael Bronnum Thelle.

bandiera dell'UE
Incontra il mondo con i tuoi bambini - recensione di libri, bambini, visualizzazioni - viaggi

L'avventura di viaggio non finisce quando diventi padre

Alcune persone affermano che quando si hanno figli, l'avventura muore e inizia una nuova - e completamente diversa - era. Tuttavia, questo certamente non deve essere il caso se chiedi a 20 padri viaggiatori che condividono le loro storie nel nuovo libro di Jesper Grønkjær "Incontra il mondo con i tuoi figli - 20 storie dal Club degli avventurieri".

Incontra il mondo con i tuoi bambini - tramonto, famiglia - viaggi

I padri di viaggio esperti condividono In Incontra il mondo con i tuoi figli

Io stesso sono diventato padre per la prima volta nel 2014 a 28 anni. Nello stesso anno mi sono sposata e ho fatto il primo viaggio all'estero con mia moglie e mia figlia caraibico. Mia moglie ed io avevamo già visitato destinazioni eccitanti, ma questa era la prima volta da genitori.

Nella nostra cerchia di amici, molti hanno espresso preoccupazione per il fatto che avremmo viaggiato con un bambino piccolo di soli 5 mesi. "Come pensi che gestirà il volo?? ”,“ E il caldo? ” e "Che dire degli alimenti per bambini, pannolini, ecc.? ”.

Tuttavia, tutte le preoccupazioni sono state svergognate e nostra figlia Silje ha gestito il volo così come il resto del viaggio senza grandi sfide. Invece ha incontrato il mondo con un sorriso e tanto fascino, e quindi la nostra voglia di viaggiare non si è certo spenta solo perché ormai eravamo diventati genitori, anzi.

Il Club of Adventurers, insieme al Traveled Club, è per me l'epitome del desiderio di viaggiare. L'autore del libro è anche un membro di entrambi i luoghi, quindi si deve presumere che sappia di cosa sta parlando quando si tratta di viaggiare. Uno degli altri membri lo ha incoraggiato a scrivere il libro e insieme ad altri 19 membri del club condivide storie personali sulla vita e avventure con i bambini.

Nel libro ci vengono presentati 20 padri e non ultimi avventurieri che negli anni hanno avuto le mie stesse esperienze e hanno continuato instancabilmente le loro avventure in tutto il mondo, ora solo con i bambini.

Hotel Skt. Anna stendardo
Guatemala, templi, rovine - viaggio

Nomi conosciuti e destinazioni meno conosciute

Già quando si legge il sommario del libro si accende la voglia di viaggiare. Ci sono storie da tutti gli angoli del mondo e molti posti in cui non si può aver pensato che sarebbe stato ovvio viaggiare con i bambini. Il libro offre di tutto, dalla caccia alla camera funeraria Guatemala e spedizioni in kayak tra gli iceberg a Groenlandia per la danza tribale Namibia e avventura in carrozza trainata da cavalli Europa dell'Est.

Il sommario rivela anche che non solo chiunque ha contribuito al libro, ma tra gli altri riconosciuti avventurieri, biologi, giornalisti, scrittori e ricercatori.

Tra questi troverete diversi nomi noti come Mikkel Beha conosciuto da TV2, come conduttore televisivo e non ultimo i programmi "Corso verso lidi lontani"; il primo astronauta danese Andreas Mogensen; il direttore del Museo Nazionale Rane Willerslev e il fotoreporter Daniel Rye noto dal libro e dal film "Vedi la luna, Daniel" sui suoi 13 mesi di prigionia in Siria. Gli altri nomi potrebbero essere meno familiari ai più, ma ciò non rende né loro né le loro narrazioni meno interessanti.

Leggi anche il libro di viaggio definitivo 'Cronica Travel Fever' qui

Avventura nella realtà: incontra il mondo così com'è

Tutti i bambini amano l'avventura, ma per la maggior parte la parola sarà sinonimo di lettura ad alta voce e HC Andersen. Tuttavia, questo libro propone invece avventure in cui la famiglia stessa è al centro. Tra l'altro, espresso nella storia di John Andersen di una spedizione in kayak con i suoi due figli di 9 e 7 anni:

"Non avevamo giocattoli. Quando sbarcavamo, c'erano sempre cose eccitanti che i ragazzi potevano trovare. C'erano legni, un fiume limpido, corna di renna, rovine Inuit, ecc. ” Lo stesso vale nei racconti di Hans Egede-Lassen dal congedo di maternità Sudafrica: "La magia non risiedeva solo nella destinazione stessa, ma nella presenza lungo il percorso." 

Molti dei padri nel libro cercano di esprimere a parole i loro pensieri sul ruolo del padre. Sono abituati, prosperano e hanno sempre cercato l'ignoto per promuovere l'avventura, ma questo è nuovo per loro. Come scrive Tore Grønne: “Il mondo è stato capovolto. Non ero più a casa sulle strade secondarie del mondo. Era un territorio totalmente nuovo."

Sebbene i bambini siano piuttosto piccoli, lui e gli altri padri sperimentano come i bambini siano naturalmente dipendenti dalla madre, ma sentono subito il bisogno di stringere anche i propri legami paterni e stretti con i bambini. Pertanto, molti dei padri organizzano viaggi e spedizioni da soli con i loro figli non appena sono abbastanza grandi per farlo.

Questa non è solo una semplice tenda o una vacanza in casa durante un fine settimana. Invece, escono dove la copertura mobile è ormai lontana per avvicinarsi alla natura e non ultimo l'un l'altro.

Banner per crociere Princess
I bambini viaggiano brevi, incontra il mondo con i tuoi figli

Molto più che diari di viaggio

"Incontra il mondo con i tuoi figli" non è solo un'altra noiosa raccolta di racconti di viaggio che hai già visto molte volte. Indica qualcosa di completamente fondamentale e istintivo in noi: il desiderio di proteggerci e di imparare da noi.

Con il desiderio di viaggiare come motore trainante, le famiglie escono nel mondo e lungo il percorso sperimentano come i bambini assorbono le tante nuove impressioni, magnifiche esperienze e nuove conoscenze. Che si tratti di accendere un falò, trovare la strada con l'aiuto di una bussola o sfilettare un pesce, i padri sperimentano che i bambini possono farlo facilmente da soli, purché si sentano al sicuro e la struttura sia giusta per questo.

Questo quadro è creato dai padri lasciando gradualmente sempre più l'iniziativa ai figli quando questo ha un senso. In questo modo i bambini crescono con il compito e fanno le proprie, preziose esperienze. Allo stesso tempo, acquisiscono una comprensione completamente diversa e non ultimo il rispetto per gli animali, la natura e in particolare il pianeta su cui viviamo.

Nel libro, il desiderio di viaggiare è naturalmente ereditato dal padre ai figli e alle figlie, poiché in precedenza è stato ereditato dai padri dei padri a loro. È un grande dono poterlo trasmettere ai suoi figli. La voglia di capire il mondo e di poterlo vedere da prospettive diverse è un tratto prezioso che vale anche altrove rispetto al viaggio. Questo vale, ad esempio, per i futuri luoghi di lavoro, per la comprensione delle notizie, della politica, ecc.

Il desiderio di viaggiare non riguarda solo nuove esperienze o scoprire quanto più possibile la mappa del mondo, ma è più un modo per equipaggiare i bambini e vestirli bene per il loro ulteriore viaggio nella vita.

Scopri molto di più sui viaggi con i bambini nel nostro fantastico tema sui viaggi in famiglia

Famiglia, selfie, spiaggia, incontra il mondo con i tuoi bambini - viaggia

Essere padre è un viaggio a più livelli - e questo libro è l'ideale per il viaggio

Quando leggi il libro, a volte ti chiedi se lo sia davvero per presto che i bambini vengono portati in lunghe spedizioni negli angoli più remoti del mondo, lontano dall'ambiente familiare e sicuro. Molti dei bambini non hanno né imparato a camminare né a parlare prima di mettersi in movimento per la prima volta, quindi perché non aspettare un po' per poter avere ancora più divertimento e ricordi dei viaggi?

Tore Grønne lo descrive come segue: "Penso che tu possa aspettarti che tutto muoia. Aspetta il momento giusto, che comunque non arriva mai. Aspetta che sia troppo tardi". Diventa subito chiaro al lettore che Tore Grønne ha qualcosa. I bambini sono al sicuro quando sono con i genitori. E poi non importa se è di casa in giardino, in un piccolo kayak in un fiordo groenlandese o lontano nel deserto in Botswana.

Forse il punto più importante del libro è che le esperienze non possono o non devono essere pianificate nei minimi dettagli, anche se viaggi con bambini. Secondo Mikkel Beha, la ricetta per un viaggio felice è «Che non avvenga alle condizioni di nessuno. Si tratta di creare esperienze condivise".

Le esperienze vengono completamente da sole quando rompi con quello che lui chiama "DNH" - Danish Normal Everyday. La routine quotidiana di pranzi al sacco, mangiare a orari regolari, coccole, conversazioni scuola-casa, ecc. può togliere il fiato alla maggior parte delle famiglie con bambini piccoli, ma se esci dalla ruota del criceto, ottieni "Più e meglio tempo insieme", come dice Andreas Mogensen.

"Incontra il mondo con i tuoi figli" di Jesper Grønkjær è ben scritto e accattivante fin dalla prima pagina. Offre storie di viaggio autentiche ed emozionanti provenienti da tutto il mondo, in cui ti ritrovi anche sotto la pelle dei narratori, proprio come entrano sotto la pelle della gente del posto lungo il percorso.

La maggior parte dei padri dovrebbe essere in grado di riconoscere il ritratto del libro di diventare padre e il viaggio mentale ad esso associato. Sebbene il libro parli di viaggiare con i bambini, lo consiglierei a chiunque, genitori o meno, che possieda il minimo desiderio di viaggiare. Il massimo dei voti da qui!

Potrebbero esserci collegamenti a partner commerciali in questo articolo: puoi vedere come va qui Hotel Skt. Anna stendardo

Circa l'autore

Michael Bronnum Thelle

Michael Brønnum Thelle ha viaggiato in 50 paesi in gran parte del mondo e ha avuto il gusto di viaggiare fin dalla tenera età con il campeggio con la famiglia in tutti gli angoli d'Europa e viaggi all'estero in Giappone e negli Stati Uniti. Le avventure successive includono le immersioni in Grecia; tour delle piramidi in Egitto; avventure zaino in spalla in Australia, Figi e Nuova Zelanda; soggiorno di studio in Australia, dove si è anche trasformato in udienza con la coppia reggente nell'autoproclamato stato Principato di Hutt River e snorkeling con le razze; oltre a soggiorni di studio in Canada, dove è stato esplorato il magnifico scenario e dove le superstar dell'hockey su ghiaccio sono state vissute da vicino nella NHL.
Per diversi anni lavoro e passione si sono uniti attraverso l'impiego presso KILROY Travels, dove si celebravano matrimoni e battesimi in crociera ai Caraibi con moglie e figlia di appena 6 mesi, il che ha contribuito ad abbassare notevolmente l'età media tra i partecipanti alla banca sulla nave. Il prossimo grande viaggio con i bambini è stato un viaggio di 3 settimane in un camper intorno alla Nuova Zelanda, dove sia a terra, in mare che dall'aria in elicottero ha vissuto esperienze con una fauna fantastica e non da ultimo una gentilezza travolgente. Con un gruppo di 5 bambini, i viaggi sono attualmente metti un po' in attesa, ma la voglia di viaggiare è viva e vegeta!

Aggiungi un commento

Commenta qui

Notiziario

La newsletter viene inviata più volte al mese. Vedi il nostro politica sui dati qui.

Ispirazione

Offerte di viaggio

Facebook copertina foto offerte di viaggio viaggi

Ottieni i migliori consigli di viaggio qui

La newsletter viene inviata più volte al mese. Vedi il nostro politica sui dati qui.