RejsRejsRejs » Destinazioni » Asia » Iran » Shiraz, Persepolis e Isfahan: tour dei pregiudizi in Iran
Iran

Shiraz, Persepolis e Isfahan: tour dei pregiudizi in Iran

Iran - Shiraz-Park-People- Travel
L'Iran è un bellissimo paese di cui molte persone non hanno una conoscenza positiva. In questo articolo, Søren racconta le sue esperienze personali di viaggio in Iran.
striscione in resina

Shiraz, Persepolis e Isfahan: tour dei pregiudizi in Iran è scritto da Soren Bonde

bandiera dell'UE
Iran - Shiraz -Park-People- travel

L'Iran è per la maggior parte dei paesi ancora sconosciuti. Spesso sentiamo parlare del paese in modo triste, poiché ci sono pochi paesi che subiscono tanta pressione negativa in Occidente come l'Iran, anche se pochi conoscono il paese. La città in rovina di Persepoli è uno dei più grandi tesori culturali dell'Iran.

Dire "Devo viaggiare in Iran" evoca molte reazioni e immagini diverse: l'ayatollah Khomeini, donne in chador, rivoluzione e insurrezione studentesca, sanzioni, fondamentalisti musulmani e programma nucleare.

Le immagini ei pregiudizi sono molti e formano un'impressione distorta e negativa dell'Iran e della sua gente amichevole. L'Iran, ad esempio, non è arabo, come molti credono.

Il Paese non è certo pieno di fondamentalisti islamici o di donne avvolte nel burqa, ma di persone estremamente ospitali e aperte. In effetti, come turista in Iran, difficilmente si nota il governo clericale, di cui molti locali sono critici.

Iran - Donna - Viaggio, Shiraz

Ci sono molti pregiudizi e incomprensioni quando il discorso cade sull'Iran. E lo fa rapidamente quando è in mia compagnia. Spesso mi viene posta la domanda: "Beh ... non è pericoloso viaggiare in Iran?" Lo posso rifiutare categoricamente.

Ho viaggiato per anni in Iran, con gruppi come guida turistica, privatamente da solo con i mezzi pubblici e anche 1000 km sul pollice lungo il Golfo Persico.

Ho pedalato in compagnia di tutto, dai pellegrini alla polizia, e non ho mai subito disagi, ma al contrario solo gentilezza, disponibilità e sincera curiosità.

Il popolo iraniano è pieno di gioia di vivere e umorismo e spera in un futuro più luminoso senza il dominio clericale opprimente, e riceve ospiti dall'esterno a braccia aperte.

La probabilità che tu riceva un invito a cena o una guida che non vorrà affatto soldi è piuttosto alta nella vecchia terra della cultura.

Iran - arte - viaggi - Esfahan

Attrazioni di prima classe a Shiraz

L'Iran è una delle civiltà più antiche del mondo e non c'è da meravigliarsi che il grande paese abbia una vasta gamma di luoghi impressionanti, che sono sulla lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Nella città dei poeti Shiraz, Hafez e Sadi sono sepolti in bei mausolei, e fuori dalla città c'è uno dei più grandi tesori culturali dell'Iran: la città in rovina di Persepoli.

Era la capitale estiva del dominio achemenide 2500 anni fa, e la grandiosità dei monumenti testimonia il potere e la potenza della Persia, come la prima grande potenza al mondo che copre vaste aree e molti popoli.

La costruzione fu iniziata dal re Dario il Grande nel 515 a.C. e continuò per i successivi 150 anni sotto i suoi successori fino a quando la città fu distrutta quando l'esercito di Alessandro Magno invase la Persia nell'anno 330 aC.

Tuttavia, i resti sono di per sé spettacolari: rovine di enormi palazzi su pilastri decorati con rilievi elaborati e ben conservati con scene dell'epoca di Dario il Grande e di suo figlio Serse.

Fai un viaggio storico in Iran: guarda le offerte qui

Hotel Skt. Anna stendardo
Iran persepolis-rettangolo-viaggio- Esfahan

Isfahan - la città più bella del mondo

La città più famosa è senza dubbio Isfahan, in danese - "Perla d'Oriente". La città, situata a quasi 500 km da Shiraz, sarà una delle più belle del mondo.

Per molti viaggiatori, Isfahan è il momento clou assoluto dell'Iran. Shah Abbas I fece di Isfahan la sua capitale nel 1598, ed è da questo momento che hanno origine gli edifici più belli.

Abbas fu la risposta della Persia a Cristiano IV e molti edifici imponenti risalgono al suo regno. La città è una vera cornucopia di capolavori dell'architettura islamica.

È stato descritto in termini poetici che sono così caratteristici della cultura iraniana: "Isfahan nesf-e Jahan" (Isfahan è la metà del mondo), e la città ha attratto a lungo viaggiatori da tutto il mondo. È qui che si può davvero apprezzare la vera bellezza del patrimonio persiano.

Il cuore della città è l'enorme piazza emam con i parchi mozzafiato con fontane, bazar, il palazzo e non ultime le moschee, che sono tra i più grandi capolavori dell'architettura islamica.

 La piazza è stata originariamente costruita come pista da polo reale e gli iraniani sostengono che il polo abbia avuto origine in Persia. La piazza è lunga 508 metri e larga 160 ed è quindi uno degli spazi pubblici più grandi e più belli del mondo.

Brulica di vita XNUMX ore su XNUMX grazie all'area del parco e ai portici con il bazar che circonda la piazza. Si possono facilmente trascorrere molte ore qui.

Il bazar cattura l'atmosfera dell'antica Persia e sfida tutti i sensi: il profumo delle spezie esotiche, il suono dei fabbri al lavoro e gli inviti dei venditori, che servono il tè mentre espongono le loro merci. I bazar iraniani sono un piacere, perché i venditori raramente sono prepotenti.

Banner per crociere Princess
Moschea dell'Imam Esfahan - Iran - viaggio

Moschea dell'Imam a Isfahan

La Moschea dell'Imam, che adorna un'estremità della piazza, fu costruita negli anni 1611-29 ed è riccamente decorata con piastrelle nei toni del blu, del turchese e del verde.

È il culmine di quasi 1.000 anni di arte e architettura islamica ed è diventato il luogo centrale di preghiera e apprendimento islamico di Isfahan. Ma molti trovano la Moschea dello Sceicco Lotfollah del 1619 ancora più bella.

È molto più piccolo ma decorato in modo sorprendentemente bello. In origine era la moschea privata dello Scià, quindi è priva di minareti. Un passaggio sotterraneo conduce dal palazzo alla moschea sull'altro lato della piazza, consentendo alle mogli dello scià di visitare la moschea inosservate.

Nella città di Shiraz ci sono anche molte bellissime moschee, tutte decorate in modo unico. Shiraz una destinazione turistica molto popolare. Shiraz è anche noto per il suo carisma poetico.

Iran - Esfahan, a nord di Shiraz - moschea - viaggio

Palazzo Ali Qapu, a nord di Shiraz

Il palazzo Ali Qapu si trova a nord di Shiraz, sul lato occidentale di Piazza Imam, ed è in fase di restauro da molti anni. I lavori sono ora in fase di completamento e l'interno del palazzo in particolare sembra incredibilmente bello. Ali Qapu era principalmente la sede del governo durante i Safavidi nel XVII secolo.

Dal balcone, lo scià e la sua famiglia hanno potuto osservare la vita quotidiana della città e godersi le partite di polo, che si sono svolte sulla piazza. Le stanze del palazzo a sei piani sono meravigliosamente decorate con raffinati intagli, murales e mosaici; la sala della musica all'ultimo piano è un capolavoro.

Ma la cosa migliore è quasi che l'Iran vede ancora pochi turisti e quindi nessuno dei luoghi è invaso. Nessuna coda o tempo di attesa. E niente turisti con selfie stick davanti ai luoghi d'interesse.

La maggior parte delle persone si reca in Iran per vedere gli incredibili tesori culturali dell'antica Persia. E non importa quanto si abbia viaggiato e visto, la piazza Emam a Isfahan non può non impressionare.

Ho anche sperimentato viaggiatori che sono scoppiati in lacrime per la bellezza del luogo! Ma sento spesso che la più grande sorpresa ed esperienza è stata l'ospitalità assolutamente incredibile degli iraniani.

Non te l'aspetti e fa un'impressione indelebile che ti porti a casa. Quindi guarda solo per andare avanti prima che il resto del mondo scopra quanto sia eminente l'Iran come un paese di viaggio.

Potrebbero esserci collegamenti a partner commerciali in questo articolo: puoi vedere come va qui Hotel Skt. Anna stendardo

Circa l'autore

Soren Bonde

Søren è un avventuriero, fondatore del sito di conferenze "vagabonde.dk" e direttore e partner di Panorama Travel. È anche un fotografo appassionato e autore di un libro (sul Perù) e di diversi articoli. Søren ha un master. in etnologia musicale con studi in teologia e storia medievale e ha oltre 10 anni di esperienza nel settore dei viaggi. Ha viaggiato per il mondo da quando aveva 21 anni e ha visitato molti luoghi dove arrivano pochissimi turisti. Ecco perché ha ricevuto il premio onorario di De Berejstes Klub - il Premio Folkersen - nel 2015.

Sebbene sia diventato un curriculum di viaggio completo con visite in oltre 85 paesi, Søren preferisce approfondire le destinazioni. L'Iran ei paesi lungo la Via della Seta, con la loro emozionante storia culturale e la difficile geografia, sono sempre stati alcune delle sue destinazioni preferite. Pertanto, visita ogni anno l'Iran ei paesi dell'Asia centrale, ma anche il Corno d'Africa e l'America centrale e meridionale sono aree di cui Søren ha una grande conoscenza e in cui torna costantemente.

Søren è un paese esperto dell'Iran e della Via della Seta (Asia centrale e Xinjiang). Ha viaggiato sulla Via della Seta dal 1995 e in Iran dal 2004. In totale, ha trascorso molti mesi nelle destinazioni, sia da solo che come guida turistica e in molti angoli remoti della regione. Ha tenuto numerose conferenze in tutto il paese e insegna anche storia culturale sull'Iran e sulla Via della Seta presso le università (FU) di Copenhagen, Odense, Kolding e Aalborg.

vagabonde.dk
panoramatravel.dk

Kommentarer

Commenta qui

  • Post emozionante. Altrimenti è molto raro trovare qualcosa da leggere sull'Iran in un blog di viaggio.

    Tanti auguri,
    Altro Rignanese

    • Grazie! Sì, è vero, e sto cercando di cambiarlo un po '. L'Iran è un ottimo paese di viaggio in ogni modo. Saluti Søren Bonde

Notiziario

La newsletter viene inviata più volte al mese. Vedi il nostro politica sui dati qui.

Ispirazione

Offerte di viaggio

Facebook copertina foto offerte di viaggio viaggi

Ottieni i migliori consigli di viaggio qui

La newsletter viene inviata più volte al mese. Vedi il nostro politica sui dati qui.